Edificio U3

Sito: Assago, Milano | Italia

Data: 2018 – ongoing

Superficie: 11.000 mq.

Cliente: Milanofiori Sviluppo srl

Tipo di lavoro: Concept, progettazione architettonica (preliminare, definitiva, esecutiva), direzione artistica

Partner-in-charge: Antonio Gioli

Team di progetto: Silvia Turati, Antonio Sergi, Chiara Tesoro, Andrea Angonoa, Heidi Corti,Antonio D'Ambrosio, Andrea Fossati, Jana Stojanovich, Cristina Zambelli

Consulenti: General Planning srl (progettazione impianti, progettazione strutture, VVF, CSP + CSE, coordinamento, direzione lavori, certificazione LEED)

Milanofiori Sviluppo srl (società del Gruppo Brioschi Sviluppo Immobiliare) ha incaricato GBPA ARCHITECTS della progettazione del nuovo edificio U3 a destinazione terziaria nel comparto urbano di Milanofiori Nord ad Assago.

L’edificio è parte del progetto “Milanofiori Nord”, il cui Masterplan è stato approvato nel 2005 dal Comune di Assago.

L’edificio, di circa 11.000 mq., si compone di nove piani sopra il livello della piazza sopraelevata esistente e di due piani, sottostanti, a destinazione parcheggio.

Come proposto dalla distribuzione planivolumetrica originaria, l’edificio mantiene l’altezza degli edifici adiacenti e assume un’inclinazione libera nel lotto, al fine di proseguire l’effetto visivo dei coni visuali aperti-chiusi e la scansione pieni-vuoti che già caratterizza l’edificato esistente.

L’edificio si presenta come un volume trasparente, chiuso tra due ali leggere. Sull’autostrada il fronte è stretto e svettante; sulla parte posteriore, rivolta verso l’area a verde, il fronte si apre su terrazze ed è pensato per fruire di visuali sul parco, cuore verde dell’edificato di Milanofiori Nord.  I prospetti nord e sud, invece, definiscono l’immagine dell’edificio, che si caratterizza per un particolare e movimentato effetto, giocato dalla rifrazione della luce sui frangisole, diversamente orientati, in vetro serigrafato di colore bianco.

La facciata sud, in particolare, sembra essere sospesa, lasciando intravedere il volume trasparente rettangolare, che rafforza la relazione interno-esterno. La reception, quale punto focale di accesso, trova una determinata posizione visiva grazie alla cornice di due quinte opache.

L’immobile soddisfa i criteri di green building per la certificazione LEED GOLD.